Telecamere di Videosorveglianza

WiFi o filo?

Installare nella propria abitazione un impianto di sorveglianza esterno è il primo passo per una sicurezza attiva dell’abitazione e della propria famiglia.

Dotare l’abitazione di un impianto di sorveglianza infatti è un piccolo investimento che va effettuato con la massima attenzione e tenendo in considerazione diversi fattori:

    • Le dimensioni degli spazi esterni, come ad esempio il giardino, elemento fondamentale da sorvegliare se presente nella vostra proprietà.
    • La potenza della rete wireless.
    • Le dimensioni dell’abitazione, soprattutto in caso di rete Wireless, per avere una copertura di segnale ottimale.

Spesso conosciute anche come “Telecamere di sicurezza”, chi intende acquistare questi impianti si trova di fronte ad una scelta: l’innovativo impianto wireless o il classico impianto collegato con i fili.

Analizziamo le differenze tra i vari sistemi, per valutare al meglio quali sono i vantaggi e gli svantaggi a seconda del tipo di abitazione in cui l’impianto va installato.

Impianto con fili

Scegliere un impianto di sicurezza con i fili non è da considerare una scelta vecchia, tutt’altro!

Tale impianto, infatti, è garanzia di una resa costante e un funzionamento che dipende solamente dalla corrente elettrica e non dalla rete internet.

I componenti di un impianto con fili sono i seguenti:

  • Una centrale d’allarme
  • Una sirena
  • Rilevatori di movimento o di apertura
  • Telecamere di videosorveglianza

Tale sistema, al contrario dei moderni sistemi wireless, è un antifurto indipendente sia da onde radio che da connessioni WiFi, decisamente affidabile e non soggetto ad interferenze di rete o tentativi di sabotaggio, dato che la trasmissione del segnale avviene completamente via cavo.

Questo comporta un ulteriore vantaggio: le condizioni atmosferiche avverse non influenzano minimamente la trasmissione del segnale, a meno che non sia l’intero impianto elettrico dell’abitazione a subire danni.

Questa tipologia di impianto è più appropriata per una casa di grandi dimensioni, dato che un antifurto wireless installato in questo tipo di abitazione dovrebbe fare i conti con diverse barriere al passaggio del segnale, barriere che rendono senza ombra di dubbio meno efficace l’attività di sorveglianza svolta dall’impianto.

Da non sottovalutare, inoltre, che l’impianto si attiva automaticamente in caso di manomissione o taglio dei fili, con la segnalazione automatica alle autorità competenti della disattivazione dello stesso.

L’unico svantaggio di questa tipologia di impianto di sicurezza riguarda l’installazione: questa è infatti più complicata e difficilmente modificabile in tempi brevi, data la mole di lavoro che dev’essere svolta dagli installatori, e l’impianto deve poter permettere il passaggio dei cavi, oltre al posizionamento dei rilevatori e della centralina.

Per questo motivo, è fondamentale progettare a monte l’impianto in maniera accurata e precisa, anche prevedendo come potrebbe evolversi la struttura con l’ampliamento dei locali.

Telecamere Wireless

L’evoluzione tecnologica ha portato alla nascita di impianti di sicurezza che non hanno troppo bisogno di progettazioni e cavi al muro perché collegati alla rete wireless: stiamo parlando degli impianti senza fili.

Tale sistema oggi, sta prendendo piede tra i proprietari delle abitazioni per la facilità di installazione rispetto al sistema collegato alla rete elettrica. I componenti dell’impianto sono infatti:

  • Centrale di sistema.
  • Sensori interni, esterni e sensori per porte e finestre.
  • Sirena interna ed esterna.
  • Telecomandi per l’attivazione e la disattivazione dell’impianto.

Come accennato in precedenza, il vantaggio dell’impianto di protezione wireless sta senza dubbio nella facilità di installazione, che può essere realizzata anche in maniera autonoma dal proprietario dell’abitazione, abbattendo così i costi di mano d’opera necessari per l’impianto con fili.

Tra gli svantaggi principali di questo sistema di protezione attivo c’è senza dubbio la distanza. Un sistema wireless infatti, deve essere progettato in maniera tale che non si vengano a creare interferenze elettromagnetiche tra i sensori e la centrale, è importante considerare inoltre che i muri della casa diminuiscono sensibilmente la potenza del segnale, così come il solaio che separa, se presenti, i diversi piani dell’abitazione.

Spesso tali impianti possono andare in conflitto con ripetitori audio o video presenti nell’abitazione e con i router per connettersi ad internet. Le nostre telecamere di videosorveglianza dovranno quindi essere installate lontane da altri ricevitori, soluzione non ottimale in ambienti di pochi metri quadri.

Conclusione

Nel complesso, un impianto con fili risulterà più oneroso rispetto ad un impianto wireless, ma la sua efficienza in grandi spazi e il fatto che la funzionalità non dipenda dalla rete internet installata è senza ombra di dubbio un grande vantaggio per la sicurezza della tua abitazione.

Affidandoti a SIER Impianti, potrai dotare la tua abitazione di impianti di sicurezza certificati e a norma di legge, in grado di prevenire ogni attività sgradita.

Compila il form e contattaci per un preventivo gratuito!

Richiedi un preventivo gratuito per te o per la tua attività

CONTATTACI